L’immagine delle donne italiane trasmessa dai media e dalla pubblicità

Home / Curiosità / L’immagine delle donne italiane trasmessa dai media e dalla pubblicità

Cera di Cupra, uno dei brand della Farmaceutici Dott. Ciccarelli, ha commissionato due sondaggi on line: il primo, sulla popolazione italiana, su un campione rappresentativo dei 18-60enni; il secondo, nel febbraio 2010, su un campione di giornalisti (54%) e di professionisti della comunicazione commerciale (46%).

Astra Ricerche ha condotto lo studio, riporto testualmente.

Come vorrebbero essere rappresentate le donne italiane? Quale immagine dell‟universo femminile dovrebbe essere trasmessa dalla pubblicità e dai mass media?

A queste domande risponde la prima indagine demoscopica. La nettissima maggioranza delle „lei‟ pretende anzitutto che oggi le donne in Italia siano presentate come persone intelligenti e capaci di ragionare (77%), attive e impegnate (71%), autonome e indipendenti (69%), forti e sicure di sé (57%), allegre e vitali (56%), simpatiche e divertenti (56%), valide e positive (56%), ottime madri (55%), moderne ed evolute (53%): dunque, come individui ricchi di qualità e di positività, vivaci e pieni d‟esperienze, né deboli né passivi. (…) All‟opposto, è fortissimo il rigetto di un‟immagine sociale delle donne come fragili e incerte (non lo vuole ben il 94% delle italiane), aggressive e dominatrici (il „no‟ è del 93%), sexy ed erotiche (84%), tradizionali (83%), semplici e „acqua e sapone‟ (75%), sensuali e seduttive (qui il rigetto è del 66%).

Al fondo, la netta maggioranza (57%) auspica una rappresentazione sociale delle italiane quali persone vere e reali, non certo come ideali modelli da imitare (24%).

E come gli uomini vorrebbero che fossero rappresentate le italiane odierne?

(…) le caratteristiche che la maggioranza dei „lui‟ amerebbe che venissero attribuite alle donne del Bel Paese: intelligenti e capaci di ragionare (58%: la domanda femminile era del 77%), simpatiche e divertenti (54%: versus 56%), allegre e vitali (53%: vs 56%), dolci e tenere (53% vs 39%), sensuali e seduttive (50% vs 54%). La verità è che ancora molti maschi sognano le donne sexy ed erotiche (38% vs 16%), oppure semplici e „acqua e sapone‟ (40% vs 25%), incapaci di vivere senza un uomo che le guidi (79% vs 53%), né forti né sicure di sé (65% vs 43%), non validamente positive (62% vs 44%), né moderne né evolute (60% vs 47%).

Al fondo, ciò che terrorizza moltissimi uomini sono l‟autonomia e l‟indipendenza femminile (che i „lui‟ vorrebbero rappresentata nel 38% dei casi vs il quasi doppio 69% delle „lei‟); e anche l’attività e l’impegno femminili piacciono ai maschi molto meno che alle femmine (50% vs 71%).

Leggi l’articolo completo su Deltadoc
Scarica e leggi la isntesi sullo studio di Astra Ricerche – PDF

Inutile evidenziare che la pubblicità è il mezzo che peggio rappresenta le donne, segue, la televisione italiana. Prendila come un opportunità.

Leave a Comment

Contattami
  • Maurizio
  • Vinci
  • +39 392 778 21 25
  • Via ALCIDE DE GASPER 12/A - Cellamare (Bari)
  • info@mauriziovinci.it
Seguimi su